COMUNICATO N°12

fullsizerender

22 anni!

Tanto è passato dal nostro ultimo concerto al villaggio globale!

L’ultima volta, suonammo per la SACS, una micro organizzazione dalla vita breve che faceva capo al PRC, che in quel periodo cominciava la sua fase discendente di normalizzazione a colpi di strategia governista e purghe revisioniste bertinottiane.

Quella sera, dopo un concerto che nonostante i nostri avvisi, si rivelò molto più selvaggio e incontenibile di quanto gli organizzatori si aspettassero, un dirigente di rifondazione ci disse “voi qui non ci suonerete mai più

Dopo 22 anni invece, noi ci siamo ancora e a dispetto di tutto al Villaggio ci abbiamo suonato.

Con Quella punta di dispiacere che accompagna sempre le occasioni mancate invece, non possiamo dire lo stesso di rifondazione comunista.

 

Il punk, per come lo intendiamo noi è un atto rivoluzionario, un momento di rottura con l’estetica borghese.

La rielaborazione di un nuovo filtro interpretativo del reale, violento, vivo e incontrollabile.

L’affermazione di un principio altro che va oltre una morale stantia e repressiva, per fondare la sua essenza su concetti etici ai quali ci si arrivi non per imposizione, ma per presa di coscienza.

La dichiarazione per forma e sostanza che noi crediamo in altro e che un altra dimensione dell’esistente è possibile.

Basta volerlo e crederci!

La serata del 3 febbraio 2017 è stata parte di questa affermazione di principi.

Il ritrovarsi ad affermare la propria identità rivoluzionaria attraverso lo strumento sovversivo del punk.

Il riappropriarsi della nostra storia comune, con le conquiste e gli errori che essa contiene, superando il bigotto masochismo storico che da vent’anni e più accompagna la salma di quella che fu la grande sinistra di classe in italia.

Per ricominciare ad esistere bisogna prima di tutto ritrovarsi, riconoscersi, rispettarsi nelle differenze che ci uniscono nella dimensione di ceti subalterni.

Celebrare le innegabili vittorie di cui è costellata la nostra storia per affrontare serenamente la discussione sulle luci e sulle ombre che ci appartengono in egual misura.

Senza abiure o incensamenti.

Rielaborare il passato, senza i filtri del revisionismo è lo strumento con cui capire il presente e da qui l’occasione per costruire quella pietra angolare con cui assaltare il futuro.

Il concerto del 3 febbraio al villaggio globale è stato un momento di questo percorso.

Un punto di inizio, oltre che una soddisfazione personale e un luogo in cui incontrarci e conoscerci, al di la dei colori, delle etichette, delle divisioni fino all’atomo che sono la ragione primaria della crisi di unità, rappresentanza e identità dei rivoluzionari.

Una serata in cui le differenze musicali tra i vari artisti che hanno prestato la loro opera, sono state un collante tra le diverse sensibilità e un vettore per cui l’arte è tornata ad essere il martello con cui scolpire il mondo.

una serata densa di contenuti reali e simbolici.

Non è la prima quest’anno, già a modena avevamo avuto il primo assaggio di queste formule meticce che non possono che colpirci favorevolmente.

Ci auguriamo che questa diventi solida prassi!

Ancora una volta gli artisti tornano ad essere l’avanguardia, superando in lungimiranza i piccoli leader delle micro sette/partiti in cui i compagni sono divisi, lanciando un inequivocabile messaggio e una richiesta di unità!

Ringraziamo i compagni e le compagne di patria socialista e di liberazione per averci coinvolti e per aver lavorato con serietà e passione alla realizzazione di questo evento. Forse un po’ intimo, ma di sicuro non per una loro responsabilità.

Loro hanno gettato un seme.

Siamo certi che crescerà un albero forte e con radici salde.

Come collettivo dei p38punk ci renderemo sempre disponibili a fare la nostra parte.

 

 

Annunci

Un pensiero su “COMUNICATO N°12

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...